Google Data Studio: come utilizzare i filtri

Scopriamo le nuove opzioni dei filtri di Data Studio

Uno degli elementi più importanti per la visualizzazione dei dati in maniera corretta è la possibilità di filtrare i dati visualizzando esclusivamente la porzione di “storia” che si vuole evidenziare.

La funzione filtro di Google Data Studio fino a ieri era un giocattolo nato male: poche opzioni e impossibilità di utilizzare lo stesso filtro su altri widget.

Google è stato ad ascoltare i proprio utenti (sembra incredibile visto quanto poco ascolta su altri fronti) ed ha migliorato la funzione.

La nuova interfaccia per i filtri di Google Data Studio

Le nuove funzioni sono:

  • Interfaccia dedicata
  • Possibilità di riutilizzare il filtro in altri widget (Sicuramente la nuova opzione più importante)
  • Operatori Booleani
  • Possibilità di cambiare all’interno del filtro a quale Data Source applicarlo
  • L’operatore “in” per indicare una lista di elementi che si vogliono includere od escludere dalla Data Source
  • L’operatore “is null” per includere/escludere elementi con dimensioni vuote
  • Operatore per regular Expression potenziato e semplificato inserendo l’opzione match e contain
  • Possibilità di applicare un filtro a selezione multiple di widgets

Se Google mi portasse alcune queste opzioni in Analytics potrei aprire una bottiglia di spumante 🙂

Rispondi